Skip to content

Critica alla critica – 27° episodio – Mamba

by su 14 dicembre 2011

Cliccate sull’immagine (o qui) per leggere la puntata di questa settimana.

Annunci
5 commenti
  1. vipera intrigante permalink

    adoro questo film,troppo geniale.La situazione è talmente assurda che a un certo punto è la stessa tipa che fa il punto della situazione per i telespettatori increduli: la porta è bloccata,il telefono è isolato e il lucernario è troppo in alto.Ad ogni modo favolosa la scena in cui la tipa riesce con un sacchetto a cospargere di farina tutto il pavimento della cucina……. probabilmente il suo secondo hobby era fare pasticcini in quantità industriali.

  2. Ahah, questa puntata di Critica alla Critica era dedicata a te “Vipera Intrigante” 😉

    Ne approfitto per invitarti ai provini per Monty Python e il Santo Graal https://doppiaggiitalioti.wordpress.com/2011/12/07/monty-python-e-il-santo-graal-audizioni-per-i-doppiatori/

  3. vipera intrigante permalink

    la cosa divertente è che proprio ieri, avendo scelto come tema “animali vs uomini”, ero nel dubbio se guardare lo squalo 2 o mamba……e poi la scelta era ricaduta su mamba. Evidentemente ieri questo film era proprio “nell’aria”…….

  4. Rado il Figo permalink

    Uh Madonna! Vidi Mamba in tv ai tempi del militare, e ricordo che pure il recensore de il Giornale (guarda caso, anch’esso di chiare matrice destraiola: un caso?) lo dipingeva come un capolavoro, anche se onestamente sottolineava una gravissima pecca della trama: possibile che in tutta la casa non vi sia una sola finestra raggiungibile da un essere umano? E senza contare che la protagonista riconosce il mamba come tale dopo averlo intravisto ripreso in un fotogramma (e pure in movimento)

  5. Ciao Rado, ahah già mi sorprende che qualcuno lo conosca. Non so se dipende dall’orientamento politico (il Giornale è di destra ma “segnalazioni” è cattolico) ma in generale queste recensioni lodevoli verso il “cinema sconosciuto e scadente” evidenziano soltanto quanto le loro critiche siano fini a se stesse e personalissime. L’elogio del prodotto di nicchia (anche se scadente) e la lamentela a priori verso film più noti (anche se validi) è putroppo una triste caratteristica di molti critici cinematografici.

    Divertente la futile pecca evidenziata dal recensore de il Giornale quando l’intero film si arrampica sugli specchi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...