Skip to content

TITOLI ITALIOTI: La serie di “Bruce Lee”

by su 6 aprile 2014

Sapevo che questa “meme” un giorno sarebbe tornata utile…

La distribuzione internazionale dei film di arti marziali dall’oriente è rObA dA pAZzi! Difatti sono impazzito nello scrivere questo articolo e se trovate degli errori ve li tenete perché non lo voglio più rivedere questo argomento che tra l’altro mi fu richiesto anni e anni fa (scusa il ritardo ma era veramente un tema palloso). Pensate che mi sono anche avvalso di un foglio Excel per capirci qualcosa. Tra un po’ tiravo fuori una lavagna alla Ritorno al Futuro. Anche la mia testa, come quella di Jackie Chan nell’immagine quassù, è piena di esclamativi “FUCK!”.

L’uscita nei paesi “occidentali” (non solo l’Italia) è sempre stata soggetta alla moda passeggera e alla fantasia dei distributori, ottenendo un effetto estraniante nello spettatore che, confuso dai titoli, può affidarsi unicamente alle raccomandazioni di amici esperti in materia o, in decenni più recenti, alle informazioni depositate su internet. All’epoca dovevi solo andare al cinema e nella maggior parte dei casi venir fregato da titoli truffaldini.

Nella lista di Bruce Lee qui stilata per voi troverete l’anno di uscita a Hong Kong (con titolo “internazionale”) seguìto dal titolo italiano e l’anno di uscita in Italia. Al contrario delle mie solite lamentele sui titoli italioti qui non mi lamento tanto della mancata o errata traduzione dall’inglese perché non avrebbe  molto senso in questo caso, trattandosi di film orientali. Quindi godetevi semplicemente le perle di fantasia dei distributori nostrani e la tempistica delle uscite cinematografiche che hanno portato a paradossi del tipo “il primo film della serie esce come sequel“:

1971 – Fists of Fury/ The Big BossIl Furore della Cina Colpisce Ancora (uscita italiana: giugno 1973)

Il furore dalla Cina colpisce ancora
Come potete immaginare leggendone il titolo, questo film è uscito in Italia solo dopo il successo internazionale e italiano del suo seguito, ovvero…

1972 – Fist of Fury/The Chinese ConnectionDalla Cina con Furore (uscita italiana: maggio 1973)

Dalla Cina con furore
Capostipite di una serie inesistente dato che “Dalla Cina con Furore” e “Il Furore dalla Cina colpisce ancora” hanno in origine titoli diversi, trame diverse, personaggi diversi… insomma sono film non legati tra di loro. Questa è la pellicola che in Italia ha spalancato le porte ai film di Bruce Lee. Per vostra curiosità, il titolo americano The Chinese Connection deriva dal film Il Braccio Violento della Legge che in inglese si chiama The French Connection. Viene da pensare quali simili titoli avrebbero avuto il coraggio di sfornare in Italia negli anni ’70… forse qualcosa del tipo “il braccio violento di Chen“.

1972 – Way of the DragonL’Urlo di Chen Terrorizza Anche l’Occidente (uscita italiana: dicembre 1973-gennaio 1974)

L'urlo di Chen terrorizza anche l'occidente
Questo titolo continua una serie (inesistente) basata su un certo personaggio  “Chen” che porta terrore ovunque urlando. Apparentemente, in Italia, tutti i personaggi di Bruce Lee erano chiamati “Chen”, come se adesso rinominassimo tutti i personaggi di Harrison Ford “Indiana Jones“. Avremmo dunque cose tipo La frusta di Indiana Jones terrorizza anche la galassia per Guerre Stellari.
Per vostra informazione esiste anche un “L’urlo di Chen terrorizza tutti i continenti” dove, come ha scritto qualcuno sul forum Filmbrutti, non c’è nessun Chen, nessun urlo e nessun continente. E’ ambientato invece nel solito medioevo orientale (ovvero probabilmente il 1700) e vi lascio con la trama descritta dall’utente barbarians89 del suddetto forum:

Trama….. . . . (????) Due fricchettoni (tra cui uno vestito di rosa che va in giro a combattere con solo una frusta!) cercano un bandito che era appena stato fatto evadere, per farsi dire dove aveva nascosto il suo tesoro.
Ovviamente i duelli sono infarciti di acrobazie inutili… salti di 9 metri toccando per terra con la punta del piede… insomma tutto ciò che ci rende felici e che ci fa dire questo è un FILMBRUTTO!
Consigliato per l’autopunizione..

1973 – Fist of Unicorn/Bruce Lee and IIl Vendicatore dalle Mani d’Acciaio (uscita italiana imprecisata: 1973-1975)

Il vendicatore dalla mani d'acciaio
Il bello di questo film è che Bruce Lee appare in una sola scena, come comparsa ed era pure un errore. Lee in quel film era semplicemente il coreografo delle sequenze d’azione, un giorno per sbaglio è finito nell’inquadratura e così adesso ci ritroviamo Bruce Lee sulla copertina di molti DVD. Il film in realtà è dell’amico di infanzia di Bruce Lee, uno dal nome d’arte “Unicorn Chan“. Non avrebbe avuto senso associarlo alla serie “L’urlo di Chen…” visto che siamo qui a imbrogliare gli spettatori? La locandina italiana inganna sin dalla prima frase: “RITORNA BRUCE LEE”! Ritorna, sì, ma come maestro coreografo.

1973 – Enter the DragonI 3 dell’Operazione Drago (uscita italiana: gennaio 1974)

enter the dragon / i tre dell'operazione drago
Se conoscete la trama del film saprete allora che il titolo italiano è un buon titolo e si adatta perfettamente al film. Difatti la trama ruota intorno a tre personaggi (uno di questi è Bruce Lee) che giocano a fare James Bond ed hanno il compito di infiltrarsi nell’isola-fortezza del “Dr. Male” di turno con la scusa di un torneo internazionale di arti marziali, in questo modo sono garantiti allo spettatore i tanto agognati sganascioni mentre vengono a fondersi il genere spionaggio alla 007 con il cinema di Hong Kong. Ha tutte le ragioni insomma per chiamarsi “Operazione Drago”, difatti all’epoca andava di moda intitolare i film del genere spionaggio con la parola “operazione”.

Questi fin’ora elencati sono i film che realmente hanno avuto Bruce Lee come attore (se vogliamo ignorare quello in cui appare per un secondo, tra la folla), fino a questo punto ho evitato tutti quei titoli che invece sfruttano materiale di repertorio rubato ad altri film. Per evitare che anche la vostra testa si riempia di FUCK come quella di Jackie Chan vi ho fatto questo riassuntino (cliccate per ingrandire):

film di bruce lee

Film post-mortem

Dopo la morte di Lee nel luglio del 1973 è iniziato lo sfruttamento del suo nome (e/o della sua immagine) per dozzine e dozzine di pellicole fino agli anni ’90, in taluni casi utilizzando anche materiale di repertorio. Era del resto un decennio in cui si poteva questo ed altro!
Vi cito alcuni titoli:

1976 – Exit the Dragon, Enter the TigerEsce il drago, entra la tigre (uscita italiana: 1979)
Entra Pierino, esce Gastone. Brutto il titolo e brutto il film. Vi ricorda per caso “La tigre e il dragone” (2000), che in inglese era Crouching tiger, hidden dragon? A me no. Star del film: un certo Bruce Li.

1978 – Game of DeathL’Ultimo Combattimento di Chen
C’è proprio una passione tutta italiana nel dare una sensazione di “fine” ai titoli, con l’aggiunta del fatidico “ultimo” (!) o “finale” (!!!). D’altra parte è anche comprensibile dato che Bruce Lee era già morto nel 1973 e questo “Game of Death” venne creato usando gli spezzoni che Lee aveva cominciato a girare già prima di Operazione Drago. La continuità di questa pellicola, se di continuità si può parlare, è “garantita” da:
1) un attore che sostituisce Bruce Lee ma che non gli assomiglia per niente (e indossa sempre occhiali da sole per arginare il problema);
2) dal riciclo di scene prese da altri film di Bruce Lee (e persino riprese del vero funerale di Lee, scelta di dubbio gusto);
3) dal ridoppiaggio di battute delle scene riciclate (questo per fortuna non si nota grazie al doppiaggio);
4) da effetti speciali anni ’50… ehm, ’70.
La parola “garantita“, come avrete inteso, è chiusa tra molte virgolette perché ovviamente le scene dove non appare il vero Bruce Lee sono palesi.

Curiosità: in questo film Bruce Lee indossa la famosa tuta gialla con strisce nere, riportata poi alla notorietà tra le nuove generazioni grazie a Kill Bill.

1981 – Game of Death 2L’Ultima Sfida di Bruce Lee
Questa ricorda molto “L’Ultima Pazzia di Mel Brooks” (titolo originale: Silent Movie) in cui l’attore diventa più importante del film stesso. Un’altra spiegazione è che ormai “Bruce Lee” era diventato un titolo onorario, alla stregua di “Cesare” o di “Khan”. Anche qui vengono usate controfigure e spezzoni di altri film fino alla morte del personaggio; da quel momento il fratello (del personaggio) prende le redini della storia, comodo no? Non so perché dovrebbe quindi chiamarsi l’ultima sfida di Bruce Lee ma è certo che avrebbero avuto problemi nel chiamarlo “L’ultimo combattimento di Chen 2” per non cadere in titoli alla Ennio Annio come “Il veramente ultimo combattimento di Chen”. Il film non ha niente a che vedere con il precedente “Game of Death” e anche in inglese è propinato come sequel (apocrifo) pur di venderlo agli appassionati. A questo punto io lo avrei chiamato “Il fratello più furbo di Bruce Lee“.

Dato che ormai in Italia il nome di Bruce Lee era sinonimo di arti marziali, negli anni ’70 i distributori non si sono fatti scrupoli a ficcarcelo come il prezzemolo in moltissime altre pellicole di Hong Kong (di solito le più scadenti o invendibili) e così abbiamo avuto:

L’Emulo di Bruce Lee (Killer in the Dark, 1973) – questo addirittura non è neanche un film di arti marziali vero e proprio, bensì sembra essere un thriller in salsa “giallo” come anche il titolo internazionale suggerisce “Killer in the dark”.

Bruce Lee Superdrago, uscito in Italia nel 1977 (Bruce Lee, Superdragon, 1976). Star del film un certo Bruce Le, attore protagonista di numerose altre pellicole intitolate “Bruce Lee qualcosa” e che sono proseguite durante tutti gli anni ’80 pur avendo perso qualsiasi contatto con il tarapia tapioco, ehm volevo dire con il vero Bruce Lee (nonostante le locandine continuassero a suggerire diversamente).

Il precedente titolo fa pendant con Bruce Lee Supercampione, del 1976 e uscito in Italia solo in anni recenti, credo. Ma a questo punto posso dirvi che ho l’espressione fissa di Jackie Chan dell’immagine iniziale; questo è stato l’articolo più pesante che sia mai stato costretto a scrivere. Quindi concludo con Il Colpo Maestro di Bruce Lee (1979), senza Bruce Lee ovviamente, dove…

… la trama sfiora la pazzia pura!
Due combattenti del kung-fu (tanto per cambiare) durante un combattimento vengono amputati rispettivamente uno delle braccia l’altro delle gambe. Fin qui quasi nulla di strano se non per il fatto che i due, fatto incredibile, si mettono uno sulle spalle dell’altro e si uniscono tipo transformer per combattere i nemici che hanno causato la perdita dei loro arti! Pazzia pura!

______________________________

Advertisements
24 commenti
  1. Evit, avrei qualche dubbio sul doppiaggio di Fist Of Fury, per caso mi sapresti dire se esistono dei sottotitoli fedeli ai dialoghi originali?

    • Non sono un esperto del genere, parlavo così tanto per parlare. Per me un film doppiato “con molte libertà” è comunque meglio di un film senza sincronia labiale.

      Sicuramente i sottotitoli che puoi trovare gratuitamente via google originano dal DVD e sono traduzioni di quelli inglesi.
      Questo lo so per certo perché NESSUNO (tranne noi per Guerre Stellari) ha mai prodotto un DVD con una trascrizione dei dialoghi doppiati in italiano. Quindi qualsiasi sottotitolo potrai trovare su internet, vai sicuro che è una traduzione fedele ai dialoghi in inglese.

  2. Che dubbi hai in merito?

    • Ho acquistato di recente un cofanetto blu-ray con i 4 film più famosi di Lee, però chiaramente non c’è l’audio italiano (non che sia un problema ormai), e mi chiedevo dove potrei rimediare una traduzione, anche di poche scene come esempio, accurata dei dialoghi originali.
      Vorrei confrontarla con i sottotitoli inglesi di questi dischi che possiedo e vedere se sono corretti oppure se seguono il doppiaggio inglese (che ho il sentore possa essere molto “creativo” come quello italiano).

    • Ma è un cofanetto estero? Come fa a non avere l’audio italiano? Credo che i doppiaggi italiani di quell’epoca vale la pena averli, soprattutto considerando che le versioni in lingua inglese erano abbastanza scadenti (anche quelle realizzate in post con una sincronia labiale che ha fatto la fortuna del comico di Scuola di Polizia). Purtroppo non mi pare di averli, c’era un film o una scena in particolare che ti interessava?

    • che scemo, ho visto ora che ti avevo fatto una domanda simile tempo fa….
      …comunque si, il cofanetto è estero (figuriamoci se vedremo mai questi film in blu-ray in Italia).

  3. carlo permalink

    Bellissimo articolo, complimenti. Potresti correggere questa pagina?: https://it.wikipedia.org/wiki/Game_of_Death perché per quanto riguarda i film post mortem mi sembra che ci sia confusione su wikipedia

    • Ti ringrazio.
      Lascio ad altri l’ingrato compito di correggere Wikipedia, sennò finisce sempre a litigio con qualche “protettore” di un determinato articolo.

    • carlo permalink

      Wikipedia è libera…ma a parte questo la pagina secondo te è corretta?

    • Appena posso ci do un’occhiata

    • carlo permalink

      Grazie

    • Ci ho dato un’occhiata veloce, quali errori hai trovato? Onestamente non ne vedo. Le date ovviamente riflettono quelle americane

    • carlo permalink

      Le date dovrebbero riflettere quelle originali, e i titoli italiani non mi sembrano corrispondere ai titoli originali. Inoltre ”Enter the Game of Death” è mai uscito in Italia? e con quale titolo?

    • Le date sono diverse perché spesso traducono direttamente le pagine da wikipedia di lingua inglese senza contestualizzarlo alla realtà italiana, film ben più famosi ricevono lo stesso trattamento su Wikipedia Italia, non mi sorprende affatto. All’interno dell’articolo poi trovi anche delle note sull’uscita italiana.
      Enter the game of death non ha avuto una distribuzione italiana che io sappia quindi gli hanno lasciato il titolo inglese internazionale come solitamente si fa.

      Ahimè non essendo un esperto della materia (le informazioni che ho pubblicato derivano da fonti reperibili facilmente da chiunque su internet) non mi sento di andare a modificare alcun che, ma niente ti impedisce di farlo tu stesso se le reputi scorrette.
      Il database di Cinematografo.it è spesso un’ottima fonte di riferimenti.

    • carlo permalink

      Cinematografo.it? OK grazie del consiglio. Perché non provi a scrivere un articolo qui anche su game of death?

    • Non conoscendo il cantonese, trovo difficile recensire doppiaggi di film asiatici a meno che non ci si trovi problemi con l’italiano di base. Ha un doppiaggio degno di nota o di lamentela?

  4. Ci si può davvero perdere, secondo me la regola aurea è una e anche molto semplice:
    Se nel titolo compare il nome Bruce Lee, vuole dire che Bruce Lee nel film NON c’è 😉

    Per il resto, fantasia al potere, ma io ho un debole per i titoli Italiani chilometrici degli anni ’60 /70, certo però sempre accoppiati a quelli originali Americani (oppure orientali) ad esempio chiamo indifferentemente l’ultimo film del grande Lee, “Enter the Dragon” o “I tre dell’operazione drago” indifferentemente, ma per i meno esperti so che può essere un casino…. Vedo con piacere che anche tu nei momenti di panico ti affidi alla solidità di Excell 😉 Cheers!

    • Excel lo uso per quasi qualsiasi situazione. Anche per calcoli più scemi ahah! Adoro Excel.

      La tua regola aurea è validissima! Tanto valida quanto paradossale. Quasi quasi la aggiungo all’articolo.

      Anche a me piacciono i titoloni anni ’60-’70, spesso ne parlo ironicamente ma mi rallegra sapere che sono esistiti… in un’altra era, in altri tempi.

  5. lorenzo permalink

    ciao hai commesso alcuni errori: Dalla Cina con furore uscì in Italia nel marzo 1973, Il furore della Cina… ad aprile, I 3 dell’operazione drago a dicembre e L’urlo di Chen… nella prima settimana del 1974. Inoltre l’apocrifo Bruce Lee supercampione uscì in Italia nel 1979 al cinema. L’ultima sfida di B Lee era collegato a L’ultimo combattimento di Chen alias Game of death dalla figura di Billy Lo (quantunque ambedue siano film apocrifi estranei al Lee originario). Tutto qui, spero di aver fatto cosa gradita a chiarire qualche confusione in un genere che esplose in Italia all’insegna della confusione aurea. Grazie, ciao.

    • Certo, ti ringrazio. Appena sono a casa apporto qualche correzione.

  6. lorenzo permalink

    già che ci sono mi diverto a dirti che Lee non finì in qualche inquadratura de Il vendicatore dalle mani d’acciaio per sbaglio, ma perché il suo amico d’infanzia Unicorn, senza dirglielo, rimaneggiò qualche spezzone di L’urlo di Chen…, il che portò alla rottura fra i due (Unicorn morì anche lui giovane in un incidente d’auto in Malesia). Nel film è riconoscibile Jackie Chan giovanissimo (è uno dei teppistelli, era apparso anche in Dalla Cina… e in I 3…). Ps. “Bruce Li” era Ho Chung Tao, un bravo ginnasta di Taiwan che girò una trentina di film come sosia di Lee, uno anche in coppia con Paul Smith, il sosia di Bud Spencer, titolo “Lo spaccatutto”, si trova sul tubo in originale. Scusa se me so allargato, era giusto per divertirmi, grazie:)

    • Hai fatto bene a dirmelo, mi piacciono questi dettagli. Ne avrò un po’ da andare a vedere su youtube!

    • Nicola permalink

      Lorenzo un grande sempre presente.

  7. mi sono ricordato che anche in originale questi film hanno subito degli aggiustamenti nei titoli niente male…

    vedere per credere l’Angry VideoGame Nerd (parla di varie “saghe” non solo videoludiche… ed ironicamente azzecca il titolo europeo di Rambo 4 xD)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...