Skip to content

[Italian credits] Shining (1980)

by su 4 novembre 2016

shining_aQuesta settimana presentiamo i crediti italiani dimenticati di un film che definire di culto sarebbe davvero riduttivo. Un film discusso, controverso, amato ma anche odiato (soprattutto da Stephen King): ecco dunque i rarissimi crediti italiani di Shining (The Shining, 1980) di Stanley Kubrick.

Presentato a Los Angeles il 23 maggio 1980, il film accende la curiosità degli italiani e già il 1° giugno successivo l’autorevole giornalista Furio Colombo – futuro direttore de “L’Unità” – dedica alla pellicola un lungo editoriale sul quotidiano “La Stampa”, pieno di lodi sperticate.
Abbondantemente anticipato da critiche entusiastiche, il film arriva sui nostri schermi il 22 dicembre 1980. La Warner Home Video lo riversa in VHS nel 1985 (non è chiara la data di arrivo nelle nostre videoteche) e nel gennaio 1989 arriva in Italia la ristampa economica nella celebre collana “Gli Scudi”.

Jack il noioso

allworkUna delle sequenze diventate iconiche di questo film è quando Wendy (Shelley Duvall) scopre che suo marito Jack (Jack Nicholson) ha sì lavorato per molto tempo ad un romanzo, ma in realtà non ha fatto altro che riempire centinaia di pagine con una sola scritta: un vecchio proverbio che recita «All work and no play makes Jack a dull boy» (alla lettera: “Solo lavoro e niente gioco rende Jack un ragazzo noioso”).
Quello di Jack Torrance è uno pseudobiblion, un “libro falso” inventato per esigenze narrative, ma spesso c’è chi ha voluto rendere reale qualcosa che non lo è mai stato: ecco dunque più volte affacciarsi operazioni in cui degli editori mettono in vendita il libro All Work and No Play Makes Jack a Dull Boy, firmato ovviamente da Jack Torrance.

shining_simpsonsUna celebre rielaborazione di tutta la scena la si trova in The Shinning, primo segmento dell’episodio “La paura fa novanta V” (6×06, 30 ottobre 1994) della celebre serie televisiva di animazione “I Simpson“.
I questa dichiarata parodia del film di Kubrick il foglio nella macchina da scrivere è bianco, perché Homer/Jack ha scritto sulle pareti di casa: «No TV and no beer make Homer go crazy», niente TV e niente birra fanno uscire pazzo il personaggio noto per abusare di entrambi.

Un richiamo più sottile ma non meno stretto lo troviamo in un recente film horror di basso livello, Fertile Ground (2011) di Adam Gierasch. Invece di un albergo abbiamo una casa isolata in cui si ritirano a vivere i due personaggi protagonisti, marito e moglie, e dove per tutta la durata del film l’uomo dice di star dipingendo, passando molto tempo nello studio. Alla fine la moglie si decide ad entrare e scopre che lo studio è pieno di tele completamente bianche: anche se non ci sono scritte, lo stesso è un omaggio dichiarato ad una scena ormai entrata di prepotenza nella storia del cinema.

Titoli di testa

shining_a

shining_b

shining_c

shining_d

shining_e

shining_f

shining_g

shining_0

shining_1

Titoli di coda

shining_2

shining_3

shining_4

shining_5

shining_6

shining_7

shining_8

shining_9

shining_10

shining_11

shining_12

shining_13

shining_14

shining_15

shining_16

shining_17

shining_18

shining_19

shining_20

shining_21

shining_22

shining_23

shining_24

shining_25

shining_26

shining_27

shining_28

shining_29

Un grazie ad Antonio L.e ad Evit per aver fornito queste immagini.

L.

– Ultimi post simili:

P.S.
Se simili resoconti vi interessano continuate a seguirci ogni venerdì e vi invito a venire a trovarmi anche sul blog Il Zinefilo: viaggi nel cinema di serie Z.

From → Italian credits

40 commenti
  1. Deve essere molto divertente leggere il libro “All Work and No Play Makes Jack a Dull Boy” chissà di che parlerà, e soprattutto non ho idea di come potrebbe finire😉 Cheers

  2. Riccardo permalink

    Ma quanto caspita era più inquietante la frase “Il mattino ha l’oro in bocca”, allusiva ed elusiva, rispetto alla più prosaica sentenza originale? Frase peraltro approvata dallo stesso Kubrick assieme alle altre versioni in lingua.
    Fa sorridere anche leggere “Mastro Stuccatore” fra i vari ruoli tecnici😀

    Grazie per aver riesumato (è il caso di dirlo) crediti e cartelli originali, che mi riportano a quel 1980 in cui ero un ragazzino seduto in sala a vedermi “il nuovo film di Kubrick!” tanto atteso.

    • La versione italiana dei “mestieri cinematografici” americani era deliziosa ed ormai completamente persa: per questo recuperare “italian credits” è una missione che spero convincerà anche altri a mettere mano ai propri archivi in VHS😉

    • Cavolo, come fu la visione cinematografica?

    • Riccardo permalink

      Beh come puoi immaginare i ricordi sono avvolti in una nebbia mitologica😀
      Allora si andava a vedere questi filmoni sapendone quasi nulla. Qualcosina si era vista perché la Rai aveva trasmesso il documentario di Viviane Kubrick sul dietro le quinte e io mi ero comprato la colonna sonora con la favolosa locandina di Saul Bass in copertina.

      La visione fu comunque un momento unico, in una sala piena a quanto ricordo. Con Kubrick avevi quasi sempre la sensazione di star vedendo qualcosa di storico, di mai visto prima, e che subito dopo il cinema sarebbe cambiato. Qui l’elemento più nuovo erano i fluidissimi movimenti di camera della steadycam, roba che allora lasciava tutti a bocca aperta.
      Il mio maggior ricordo del film direi che è quello, il triciclo di Danny che corre, inseguito dalla camera, le ruote che risuonano sul parquet e i tappeti dell’hotel, le musiche di Bartok e Ligeti.

      Anche il doppiaggio mi diede una sensazione di insolito, sia per il tour de force di Giannini e della Giampalmo (mi pare che allora fossero sposati, certo che se a casa litigavano così…) che per alcune piccole stranezze poi confermate da Maldesi nelle interviste a Genna, tipo quando Jack si presenta alla reception dell’hotel dicendo “Salve, sono Jack Torrance?” in tono interrogativo.

      Tempo fa ho visto anche il montaggio originale del film con i 20 minuti aggiuntivi, e devo dire che è stato come tornare a quegli anni, dato che con Kubrick è difficilissimo riuscire a vedere del materiale extra rispetto alle versioni da sala.

      Ok scusa il papiro, ricordi in libertà del piccolo cinefilo rompiballe che già ero allora😀

    • Splendidi ricordi, massima invidia ^_^

    • Uno splendido resoconto Riccardo, l’esordio con la nebbia mitologica è stato un ottimo modo di iniziare una storia. Sai che non credo di aver mai visto la versione estesa? È la prima volta che ne sento parlare anche perché non posseggo questo film in formati home video moderni.

    • Riccardo permalink

      La versione estesa è in realtà il montaggio che Kubrick realizzò per gli Stati Uniti, poi da lui stesso ridotto di circa 24 minuti per l’Europa. Se infatti leggi nei titoli di coda postati da Lucius, ci sono i due personaggi “Dottore” e “Durkin” presenti solo nei minuti tagliati.

      Anzi, in realtà nel montaggio originale USA c’era un’ulteriore e ora introvabile scena di epilogo in cui il direttore Ullman va a trovare Wendy e Danny in ospedale, rivelando loro che il corpo di Jack è sparito e regalando poi a Danny una palla da tennis uguale a quella lanciata al ragazzino nella scena della stanza 237. Kubrick tagliò subito quell’epilogo dopo le prime visioni in sala e poi come dicevo realizzò i due montaggi distinti per USA ed Europa con diverso minutaggio.

      Secondo me – eccetto forse un paio di scene cui si poteva fare a meno – il materiale extra è favoloso, soprattutto sapendo che si tratta di soluzioni pensate da Kubrick all’epoca e non di rielaborazioni postume.

      Consigliatissimo!😀

  3. Ecco la sinossi sul lato posteriore della VHS😀

    • Non ricordavo fosse un insegnante, ahah! O almeno non ci ho mai fatto caso.

    • Antonio L. permalink

      Una sinossi degna di “VHS Inferno”!😀

    • Se non sbaglio quella è la cover della ristampa “Gli Scudi”, ma il testo è identico alla prima edizione Warner del 1985 (a doppia colonna): nei quattro anni di distanza nessuno ha pensato a sistemare il testo😀

    • Antonio L. permalink

      Ti confermo che ho fotografato proprio la VHS da cui provengono le immagini dell’articolo. Sulla copertina c’è scritto “Package Design © 11-1988 Warner Home Video”

    • Che grande annata, il 1988, per la Warner. Ha portato in Italia tanti film di arti marziali con operazioni molto discutibili, ma per un fan marziale malato come me rimane una splendida iniziativa ^_^
      Ho trovato un annuncio pubblicitario del gennaio 1989 che annunciava l’arrivo nelle nostre videoteche dell’edizione “Gli Scudi”, che però la Warner – come mi confermi tu – ha lanciato nel novembre 1988.
      La locandina della prima edizione in VHS riporta il 1985 come anno del copyright, però non ho trovato conferme sulla data del suo effettivo arrivo nelle nostre videoteche.

  4. @Riccardo: dove hai trovato la versione estesa USA?

    Sapevi che all’epoca venne doppiata proprio quella e quindi da qualche parte esiste anche in italiano?

    • Quante belle chicche stanno venendo fuori! ^_^

    • Riccardo permalink

      Trovata per vie traverse, non so neanche se esista una edizione home video europea integrale.

      E mi associo a Lucius Etruscus, non sapevo assolutamente che quelle scene fossero state doppiate, brividi!

      Ho visto comunque che del famoso epilogo scomparso sul web si trova qualche foto, scansioni di polaroid, è tutto ciò che ne rimane a quanto sembra.

    • sì, praticamente il film venne doppiato in versione USA, mentre “l’Euro-cut” (chiamiamolo così) venne pensato in seguito… da qualche parte (presumo in qualche archivio della Warner) quindi esistono 26 minuti di Giancarlo Giannini inediti…

    • E se provassimo ad andare a bussare da Giannini? «Scusi, dotto’, che gli avanzano 26 minuti di Shining?»😀

    • Riccardo permalink

      26 minuti “di chiunque” in realtà, visto che le scene extra coinvolgono praticamente tutti i personaggi, dal direttore Ullman, al cuoco Hallorann, ai Torrance, il barista Lloyd più altri personaggi non presenti nella versione europea, tipo la dottoressa che visita Danny dopo la prima visione “al sangue”.

      Direi che questi leggendari minuti maldesiani sono praticamente il Santo Graal dei ritrovamenti in fatto di doppiaggio, magari saltassero fuori.

      Comunque, per chi si trovasse in UK, la versione integrale di Shining è nelle sale proprio in questi giorni. Originariamente era un’uscita in occasione di Halloween ma vedo che è stata prolungata. Vi metto i link alla notizia e al sito del festival di Leeds dove è in programmazione a metà novembre🙂

      http://www.mondofox.it/2016/09/20/shining-trailer-nuova-versione-con-24-minuti-in-piu/
      http://www.leedsfilm.com/films/the-shining/

    • Io in Blu Ray non me lo ricompro finché non salta fuori la versione estesa doppiata. Magari con la proiezione nel Regno Unito comincerà a muoversi qualcosa

  5. Mahatma K. B. permalink

    Quando vidi per la prima volta il dvd di Shining fu quasi un trauma il non vedere le scritte localizzate. Un po’ per quanto ero affezionato a “il mattino ha l’oro in bocca” e un po’ perche’ e’ cosa nota quanto Kubrick ci teneva affinche’ ogni paese avesse la propria versione localizzata di ogni suo film. Un’altra grossa perdita, purtroppo.
    Comunque credo di essere l’unico a non aver apprezzato la versione estesa: troppe scene di spiegazioni inutili che rallentano il ritmo di un film gia’ lunghetto di suo (il che spiegherebbe, almeno in parte, il perche’ in America e’ molto meno apprezzato che in Europa). E, a quanto pare, anche Kubrick preferiva la versione europea.

    • Sarebbe bello però avere la scelta delle due versioni sullo stesso disco, con una cosina che non usano mai… il SEAMLESS BRANCHING!

    • Mahatma K. B. permalink

      Decisamente sarebbe una scelta intelligente. In dvd credo di averlo visto usare per scegliere tra versione normale o estesa solo con “Monty Python – Il senso della vita”.
      Ma c’e’ da dire che il risultato era molto scadente, col film che si interrompeva ogni volta per qualche secondo per passare alla scena tagliata.

    • Riccardo permalink

      Forse in un Blu Ray doppio strato entrerebbero tranquillamente le due versioni per intero, considerando che un disco del genere regge fino a 9 ore di video hd, ci starebbero i due montaggi più tutto il materiale extra, che nel caso di Kubrick purtroppo è sempre pochino.

    • il seamless branching viene usato solamente dalla Pixar ormai…

  6. Francesco permalink

    Questa rubrica si fa sempre più interessante! Io più che sperare nella pubblicazione della versione estesa, vorrei vedere la meravigliosa edizione italiana in bluray. Ogni visione per me è una sofferenza senza “Il mattino ha l’oro in bocca”. Qualche settimana fa l’ho beccato di notte su italia1, e per fortuna tutte le scritte erano in italiano, ma ovviamente rifatte di recente e molto diverse dalle originali (le scritte del libro erano solo sottotitolate). Chissà se, magari anche in un lontano futuro, se ne farà una preservazione. Ad ogni modo, complimentoni per la rubrica!

    • Grazie dei complimenti e della segnalazione: se la ribecchiamo, quella versione “italiana recente”, comunque qualche schermata la prendiamo😉

    • Ti assicuro che è tra le mie priorità per una eventuale preservazione storica. Sono attivamente alla ricerca di una copia della pellicola 35mm.

  7. Francesco permalink

    Evit, se tu non esistessi bisognerebbe inventarti! In merito alla versione trasmessa su italia1, credo sia sempre la stessa che passa sui canali mediaset, spesso su iris. Probabilmente l’avranno ricavata rifacendo le scritte sulla stessa versione che si trova in dvd e bluray. Le differenze più sostanziali sono, come ho già detto, che le scritte “il mattino ha l’oro in boccca” e la didascalia della foto alla fine del film sono semplici sottotitoli. Non so però se ci fossero i crediti del doppiaggio, dato che il film è stato interrotto subito prima dei titoli di coda, come di consuetudine su mediaset.

    • Si fa quel che si può.😉

      Alla Mediaset sono soliti ricrearli loro, me lo disse un amico che ci lavora. Spesso sono anche bravi a replicare il font etc. Quella di cui parli è certamente una delle loro versioni con titolazione italiana apocrifa ricreata digitalmente.

  8. Francesco permalink

    Devo dire che ultimamente le versioni localizzate dalla mediaset sono molto migliorate rispetto a qualche anno fa. Negli anni 90 molti titoli di testa in italiano erano realizzati sovrapponendo le scritte sui fermo immagine, e il risultato era abbastanza irritante se si trattava di sequenze animate. Il caso più curioso però è la versione che trasmettono abitualmente di un altro grande classico, Via col vento: In pratica hanno aggiunto i cartelli italiani tratti dalla riedizione cinematografica di fine anni 60 alla versione restaurata. Il tutto è abbastanza curioso da vedere, perchè i cartelli dell’edizione italiana sono abbastanza danneggiati, con colori spenti e poco nitidi, mentre il film è in alta risoluzione e i colori sono perfetti. Hanno però eliminato il cartello che riportava “le dodici quercie”, forse proprio per la i di troppo.

  9. Salvatore Sanna permalink

    Ho comprato il cofanetto in DVD di Kubrick nel 2001 mi sa, avevo comprato precedentemente solo alcuni VHS tipo Arancia Meccanica, Full Metal Jacket, Shining e Barry Lyndon… Gli altri mi sa li avevo registrati su Fuori Orario quando hanno fatto la maratona dopo la morte… Ma a 16 anni avevo capito che “il mattino ha l’oro in bocca” era una cosa solo per la versione italiana!!! Ero così orgoglioso quando pensavo che Kubrick avesse messo una frase in italiano in Shining ahah

    • Salvatore Sanna permalink

      Io amo il film, il libro e room 273, sono assolutamente imparziale😀
      Anche Walter… Volevo dire Wendy Carlos😀

    • Salvatore Sanna permalink

      Room 273 è un film sulla vita di Claudio Fragasso, io dicevo “Room 237” :O

Trackbacks & Pingbacks

  1. Shining (1980) | IPMP – Italian Pulp Movie Posters
  2. [Italian credits] Cose preziose (1993) | Doppiaggi italioti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...